Confronto delle piattaforma per la Smart Home

alexa italia echo google

Confronto delle piattaforma per la Smart Home: Qui confronto Amazon Alexa, Google Assistant e Apple HomeKit, per chi vuole ancora decidere.

Quale piattaforma per la Smart Home?

Quando si parla di scegliere una piattaforma per la casa intelligente, è importante sottolineare che la decisione non è esclusiva. Molti dispositivi funzionano sia con Amazon Alexa che con Google Assistant; i dispositivi che supportano Apple HomeKit spesso supportano le prime due piattaforme, ma non sempre il contrario. Questo perché Apple ha grandi aspettative nei confronti dei dispositivi domestici intelligenti e chiede ai produttori di installare un chip specifico per poter supportare HomeKit.

Qui di seguito daremo un’occhiata a tre delle opzioni più importanti: Amazon Alexa, Google Assistant e Apple HomeKit. Ognuna di queste piattaforme controlla una serie di dispositivi intelligenti per voi e riunisce diversi dispositivi di diversi produttori in un insieme coeso e grande.

alexa italia echo google

L’importante è che funzionino con i dispositivi che hai già, come Amazon Echo, telefono Android o iPad. Altre opzioni, come la piattaforma SmartThings di Samsung, funzionano, ma richiedono anche l’acquisto di un hub separato e richiedono comunque una delle opzioni di cui sopra per l’interfaccia vocale.

Amazon Alexa: il fornitore più completo

Non solo Amazon ha stabilito il segmento, ma Amazon ha anche la più vasta gamma di dispositivi per Alexa con design molto diversi e molti dispositivi domestici intelligenti in uso. Amazon assegna il premio “Works with Alexa” ai dispositivi compatibili Alexa.

Una volta installato e funzionante almeno un dispositivo Amazon Echo, è possibile collegarlo a una varietà di altri dispositivi tramite l’applicazione. L’Amazon Echo Plus è un po’ meglio sotto questo aspetto, in quanto è dotato di un’interfaccia Zigbee integrata, in modo che qualsiasi dispositivo compatibile con Zigbee possa essere collegato direttamente ad esso – in modo da non aver bisogno di un hub Zigbee separato. Zigbee è lo standard della Smart Home.

amazon echo dot 3 con schermo

Un elenco aggiornato dei dispositivi “works with Alexa” può essere trovato qui. Tra questi ci sono grandi nomi come Philips Hue, Wemo, Ecobee, TP-Link e anche Ring, ma anche molti produttori cinesi di nicchia – ci sono anche microonde, stampanti e altri dispositivi oltre alle solite macchine fotografiche, prese, interruttori e lampade.

Amazon Alexa: Dispositivi disponibili

A causa della varietà di dispositivi compatibili, Alexa è una scelta ovvia per una piattaforma domestica intelligente. Alexa funziona anche con i dispositivi Nest di Google.

Amazon Alexa ottiene ottimi risultati anche in termini di usabilità e funzionalità, in quanto è possibile eseguire molte funzioni attraverso applicazioni di terze parti, così come attraverso l’applicazione Alexa per Android o iOS, o attraverso un comando vocale.

Alexa permette anche l’uso di routine con sensori, ad esempio quando viene rilevato un movimento nel soggiorno, altri ingressi di dispositivi, trigger di tempo e di comando, e offre alcune routine già pronte all’uso. Dalla fine del 2019 sono disponibili negli Stati Uniti routine basate sulla localizzazione. Inoltre, le routine sviluppate in proprio possono essere integrate tramite IFTTT.

Google Assistant: utili funzioni aggiuntive

Google Assistant è molto simile ad Amazon Alexa in termini di casa intelligente: non è una vera e propria piattaforma di casa intelligente in sé, come KNX per esempio, ma è uno strumento per collegare tra loro diversi dispositivi domestici intelligenti. Come per Alexa, tutti questi dispositivi possono essere controllati dalla voce o da un’applicazione, in questo caso Google Home per Android o iOS.

aleitalia google home

È necessario un telefono con Google Home e Google Assistant o un altoparlante Google Home per utilizzare Google Assistant. Per Smart Home, avrete anche bisogno di dispositivi che funzionano con Google Assistant. Google fornisce un elenco.

Google Home in uso

Come per Alexa, le connessioni sono gestite da un’app sul telefono e possono essere impostate in pochi e semplici passi. Google Home mostra i dispositivi collegati nell’app, il servizio di streaming musicale collegato, e si possono spegnere le luci, cambiare colore o mostrare la fotocamera sui dispositivi collegati utilizzando sia l’app che i comandi vocali su un dispositivo Google Home nella smart home. Con i telefoni Android, è possibile farlo anche senza un dispositivo Google Home.

Google offre concetti simili come gruppi di dispositivi, camere e routine. Tuttavia, le routine di Google Home sono piuttosto nascoste nei sottomenu.

 

Apple HomeKit: l’Apple tra le Smart Homes

Penso che i prodotti Apple abbiano ormai una certa reputazione. Generalmente funzionano molto bene quando ci si muove nell’ecosistema Apple nel suo complesso, sono di solito di alta qualità e tra i più costosi sul mercato. Di conseguenza, i dispositivi con il certificato “Works with Apple HomeKit” tendono ad essere più costosi.

piattaforma homekit (applicazione MacOS)
piattaforma homekit (applicazione MacOS)
piattaforme homekit ios
piattaforme homekit ios

Apple HomeKit funziona con la Smart Home in modo diverso da Alexa e Google Assistant, anche se supporta Siri e quindi è presente anche il controllo vocale intelligente. Puoi anche usare l’Apple HomePod per dare comandi vocali, ma HomeKit vuole essere una base di base per la casa intelligente. Ha quindi più possibilità di automazione e controllo di Alexa e Google Assistant, ma è necessario un hub HomeKit dedicato – un iPad, un HomePod o una Apple TV. Senza questo mozzo, mancano funzioni importanti che non sono necessarie per lampade o musica.

Apple HomeKit: più opzioni per la casa

Come con Alexa e Google Assistant, ci sono molti dispositivi che funzionano con HomeKit – ma l’elenco di Apple è più breve perché contiene meno fornitori diversi, ma ci sono più funzioni (porte da garage, congelatori….). L’integrazione di un nuovo dispositivo HomeKit viene effettuata tramite un codice che viene scansionato durante la configurazione, in modo che il processo non avvenga tramite WLAN. HomeKit funziona anche via Bluetooth e WLAN, il che lo rende una soluzione che può essere utilizzata anche offline.

Le opzioni di automazione di HomeKit, che funzionano anche in base alla posizione, sono vantaggiose. HomeKit offre routine come “automazioni” e le visualizza nell’applicazione in una scheda. Le automazioni possono essere attivate a seconda del luogo, dell’ora o del dispositivo (Smart Home), anche tramite trigger come i sensori, ma anche tramite geofencing dal proprio dispositivo iOS o carOS.

D’ora in poi puoi chiedere ad Alexa di rallentare se reagisce troppo velocemente con te. Come impostare la velocità d’Amazon Alexa è spiegato qui.

Impostazione della velocità d’Amazon Alexa

Amazon ha introdotto una nuova funzione Intelligent Assistant che ti permette di chiederle di parlare più lentamente o più velocemente quando ti risponde. In totale, ci sono sette diverse velocità tra cui scegliere; due sono più lente della velocità standard di Alexa e quattro sono più veloci.

Per cambiare la velocità con cui Alexa parla, basta dire semplicemente

  • “Alexa, parla più lentamente” oppure
  • “Alexa, parla piu’ veloce.”

Se non ti piace la velocità che hai selezionato, hai anche la possibilità di dire “Alexa, parla alla tua velocità predefinita”. La velocità selezionata rimarrà il nuovo valore predefinito fino a quando non viene modificata.

Cambia Alexa velocità: lo sfondo

In un post di un blog che annuncia la caratteristica, Amazon dice che è stato sentito da un certo numero di clienti che i clienti con problemi di udito e i clienti più anziani apprezzerebbero che Alexa parlasse più lentamente in modo che potessero capire meglio le loro risposte. D’altra parte, alcuni clienti sono abituati ad elaborare le informazioni più velocemente e vogliono che Alexa parli un po’ più velocemente.

Se si ottengono molte informazioni da Alexa, potrebbe certamente essere utile cambiare la loro velocità. Una velocità inferiore può darti il tempo di prendere appunti, mentre una risposta più veloce ti permette di cercare più velocemente molti contenuti – la tua routine quotidiana, per esempio.

Se avete trovato questo articolo interessante, potete anche dare un’occhiata al manuale di Amazon Alexa o al manuale di Amazon Fire TV da parte mia. In alternativa, se sei uno sviluppatore, ho anche scritto un manuale per la programmazione di Alexa Skills.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *